Translate

venerdì 25 agosto 2017

Agave : Come Riconoscere le Diverse Specie - Con Foto e Descrizione

Col nome generico di Agave ci si riferisce ad un genere di piante succulente, che appartiene alla famiglia delle Agavaceae (o Asparagaceae). 
Questo genere è composto da oltre 200 specie differenti, tutte native del centro America (Messico, Caraibi, Stati Uniti etc.).
Molte di esse hanno aspetti morfologici simili e non è sempre facile distinguere un'Agave dall'altra.

Nelle prossime righe vorrei dare delle informazioni generiche su queste piante grasse e poi descrivere più dettagliatamente le caratteristiche peculiari di alcune di esse, così da poter riconoscere (forse) quale sia l'esatta specie di Agave che state crescendo nel vostro giardino o in vaso sul vostro balcone.

Agave a Verbania

Il Genere Agave :

Generalmente le Agavi hanno come habitat naturale zone aride ed a clima mite, tuttavia alcune specie possono sopportare bene anche il freddo intenso.
Le Agave hanno fiori ermafroditi, alcune specie emanano un profumo "muschiato" che attira i pipistrelli, altre hanno un odore più dolce, per essere impollinate dagli insetti.
La maggior parte delle specie di Agave fiorisce un'unica volta durante la vita, mentre alcune possono fiorire più volte.

Nelle Agave le foglie sono carnose, disposte a rosetta e frequentemente dotate di spine, mentre il fusto è inesistente o del tutto trascurabile.
La crescita è estremamente lenta ed, in alcune piante, una foglia può rimanere per tutta la durata della vita dell'Agave stessa. 
Le dimensioni variano considerevolmente da specie a specie: le più piccole possono aver una larghezza di appena 15 cm (6 in), mentre le più grandi possono misurare anche 6 metri (20 ft) di diametro.

La maggior parte delle Agave tende a formare gruppetti, infatti la pianta madre muore dopo aver fiorito, lasciando però alla sua base le piante figlie (ovvero polloni derivanti dalle sue radici). Poche specie invece rimangono solitarie e si basano esclusivamente sulla dispersione dei semi per la riproduzione.

Sebbene esistano delle differenze, praticamente tutte le specie gradiscono un luogo arido e sassoso, crescono in terreni molto drenanti, anche se poveri e si possono coltivare dove le gelate siano rare (anche se, come vedremo, poche varietà sono in grado di tollerarle).
L'umidità atmosferica, soprattutto se unita a temperature rigide, deve essere bassa. La maggior parte delle Agave amano il Sole dal mattino alla sera, tuttavia molte di esse possono svilupparsi anche a mezz'ombra.
Le cure che vogliono queste succulenti non è molto diversa da quelle adottate nella coltivazione di altre piante grasse (Cactus etc..)

Ora, dopo aver fatto questa breve panoramica sulle piante del genere Agave, vorrei illustrare le caratteristiche di alcune di esse (non certo tutte), mostrando le foto, affinché possiate apprezzare le differenze, per poter distinguere una specie dall'altra.


Le Diverse Specie di Agave (in ordine alfabetico), Quali Scegliere :


Agave americana : è originaria del Messico Settentrionale e del Sud degli Stati Uniti (Texas, Arizona) ed è indubbiamente la più conosciuta, diffusa. Grazie alla sua ottima resistenza al freddo è coltivata anche all'infuori del proprio areale, come ad esempio nelle zone a clima mediterraneo, anche del Nord Italia. Si riconosce per le grandi foglie a forma allungata, di color verde bluastro e dotate di margine seghettato (spine laterali). In alcune varietà (ad es. Agave americana var. marginata) sono presenti delle spesse strisce gialle nella parte centrale o laterale della foglia.
Una pianta adulta raggiunge grosse dimensioni e può superare i 3,5 metri (11,5 ft) di diametro, con un'infiorescenza molto più alta ed eretta. Fiorisce ogni 20-30 anni, dopodiché la pianta muore. Per maggiori dettagli di coltivazione e sulla botanica dell'Agave americana Clicca Qua.

Agave americana
Agave americana canarie

Agave angustifolia : specie che, come suggerisce il nome, è caratterizzata dall'avere foglie strette, sottili ed erette. L'Agave angustifolia  var. marginata è particolarmente ornamentale.
L'A. angustifolia raggiunge buone dimensioni, anche se inferiori rispetto a quelle dell'A. americana.

Agave angustifolia

Agave antillarum : specie rara di cui ci sono poche informazioni. Tuttavia è una tra le Agavi più particolari, poiché le foglie non sono rigide ed assurgenti, bensì penduli, afflosciate e sembra che abbiano una consistenza tenera.
L'Agave antillarum sembra quasi una pianta d'appartamento, con foglie di color verde scuro intenso che, inizialmente, sono arrotolate, un po' come nella Dieffenbachia.

Agave antillarum

Agave attenuata : è una specie nativa del Jalisco, una regione del Messico centrale, ed è conosciuta anche col nome di "Foxtail", in quanto la sua fioritura, che non avviene prima dei 10 anni di età, ricorda la coda di una volpe. In effetti uno dei tratti distintivi è proprio la fioritura che, a differenza della maggior parte delle Agavi, è pendula e non eretta.
L'Agave attenuata è di medie dimensioni, con foglie lanceolate di color verde chiaro, quasi azzurro, lisce e lunghe mediamente 60 cm (23 inch).
Un'altra caratteristica atipica dell'Agave attenuata è l'assenza di spine sulle foglie, probabilmente si sono perse durante l'evoluzione, poiché nel suo habitat naturale cresce "aggrappata" alle pareti rocciose, dove non può essere raggiunta e predata dagli animali. Si sviluppa bene sia in pieno Sole, sia in zone più ombreggiate, ha una scarsa tolleranza al freddo e può resistere solo a lievissime gelate. L'A. attenuata può essere talvolta confusa con l'A. mitis.

Agave attenuata

Agave attenuata fiori

Agave "Blue Glow" o "Shaka Zulu" : Questa pianta è in realtà un ibrido sterile, ottenuto dall'incrocio tra Agave attenuata e Agave ocahui. Questa ibridazione ha permesso di ottenere un esemplare che avesse larghe foglie dal bel colore (come A. attenuata), ma una crescita ridotta e la presenza della spina all'apice delle foglie (come A. ocahui).

Agave Shaka Zulu

Agave bovicornuta : nativa delle zone montuose (e desertiche) delle regioni Chihuahua e Sonora, nel Messico Settentrionale. L'A. bovicornuta, diversamente da specie come l'A. stricta o l'A. striata che formano "gruppetti", cresce isolata e solitaria, in quanto non emette polloni, e da adulta può arrivare ad un diametro di 1,5 metri (60 inch). Le foglie dell'A. bovicornuta sono di color verde-giallognolo e con il margine bruno-rossastro, su cui è presente una dentellatura (spine) molto pronunciata.
Resiste ad una temperatura di qualche grado sottozero.

Agave bovicornuta



Agave cantala : originaria del Messico, ma molto comune in Asia, dalle Filippine sino all'India. Specie di dimensioni medio-grosse, che può raggiungere un'altezza di oltre 2 metri (6.5 ft).
Le foglie sono lunghe, piuttosto sottili ed erette, conferendo alla pianta un portamento snello e slanciato. Vive mediamente 20 anni.

Agave cantala

Agave celsii  (sinonimo di A. mitis) : pianta dotata di spine minute e foglie lisce, di color verde tenue, a forma ovale. La specie può presentare parti di foglia con tonalità giallognole, ma non a strisce lineari come abbiamo visto per altre specie. Il fiore dell'A. celsii è molto più compatto rispetto alle altre Agave.
Le foglie possono raggiungere una dimensione di circa 60 cm (24 inch).

Agave celsii

Agave difformis : specie di medio-piccole dimensioni, con foglie a portamento assurgente, di color verde oliva e con spine arcuate di color bianco. Le foglie non sono lineari ed hanno spesso un andamento a "zig zag" o contorto. L'A. difformis è filogeneticamente vicina all'A. lechuguilla.

Agave difformis

Agave filifera : specie nativa del Messico centro-meridionale, è di medio-piccole dimensioni e raramente supera i 50 cm (20 inch) di altezza. Le foglie sono affusolate, disposte in tutte le direzioni e di color verde scuro. Il tratto distintivo dell'Agave filifera è sicuramente il margine fogliare liscio, ma da cui dipartono lunghi e vistosi filamenti bianchi. Discretamente resistente al freddo.

Agave filifera

Agave ghiesbreghtii : specie di medie dimensioni, nativa del Guatemala. Le foglie sono fitte, lunghe circa 50 cm (20 in) ed hanno una forma lanceolata.
Il tratto distintivo è il colore delle foglie; esse sono verdi scuro, ma hanno anche tonalità violacee ed un margine bianco che fa un netto contrasto. L'infiorescenza non è ramificata e porta fiori verdastri, i quali compaiono solitamente in primavera. Scarsa resistenza al freddo.

Agave ghiesbreghtii

Agave guiengola : originaria di Oaxaca, cresce sugli aridi ed assolati pendii, dal livello del mare sino a circa 1000 m (3280 ft) di quota, in associazione con Cactus ed altre specie xerofile.
L'Agave guiengola presenta foglie spesse, larghe, di color verde chiaro con zone quasi bianche, a parte il margine che è finemente dentellato e marrone. Il portamento è abbastanza compatto.

Agave guiengola

Agave horrida :  possiede foglie lunghe sino a 60 cm (24 inch), di color verde scuro e dotate di spine laterali ravvicinate, che per forma ricordano i denti di uno squalo. Sebbene da giovani siano marroni, con l'età queste spine diventano bianche. La rosetta non è molto fitta e le foglie, dalla forma allungata, hanno un andamento ondulato e ricadente molto ornamentale.
L'Agave horrida può essere erroneamente scambiata per Agave obscura, tuttavia quest'ultima possiede spine nere (non bianco-grigiastro). In ambiente asciutto può tollerare temperature minime di circa -6° C (20° F).

Agave horrida

Agave karwinskii : di questa specie non ho trovato informazioni. Allego comunque la foto di riconoscimento.

Agave karwinskii

Agave lechuguilla : cresce unicamente nel deserto di Chihuahua, nel Nord del Messico, tollerando piuttosto bene il freddo. Produce un'infiorescenza non ramificata un'unica volta nella vita, che in media dura 15 anni.
Le foglie dell'Agave lechuguilla sono lunghe, turgide ed hanno la caratteristica di avere una striscia centrale di color giallo tenue, mentre il resto è verde chiaro.
L'A. lechuguilla ha un'elevata capacità pollonante, motivo per cui tende a crescere in gruppetti formati da molti individui.

Agave lechuguilla

Agave macroacantha : la rosetta è composta da numerose foglie grigio-bluastre, lunghe circa 35 cm (14 in), molto fitte e dalla forma "a spada". Sul margine fogliare sono presenti piccole spine brunastre, abbastanza distanziate tra loro, mentre la foglia termina con un grosso aculeo nero. L'Agave macroacantha cresce nei terreni aridi e sassosi del Tehuacan e della Oaxaca, nel Sud del Messico ed è poco tollerante al gelo. I fiori verdognoli-viola germogliano da rami laterali emessi da un'infiorescenza alta circa 2 metri (6,5 ft).

Agave macroacantha

Agave marmorata : dotata di foglie che, soprattutto se cresciute in pieno Sole, possono aver tonalità che ricordano il marmo. Esse sono contorte, di forma lanceolata, dal portamento aperto e prostrato. Le foglie dell'Agave marmorata, lunghe oltre 1 metro (40 inch), sono spesso ricurve ed hanno una forma ad "U", con margine irregolare. La differenza tra i vari cloni è accentuata, inoltre non è sempre facile riconoscere un clone, poiché le similitudini morfologiche possono non manifestarsi anche all'interno dello stesso clone, in quanto dipendono anche dalle condizioni di crescita (temperatura, suolo, esposizione, umidità, etc..).

Agave marmorata

Agave neomexicana : come suggerisce il nome è nativa del Nuovo Messico, negli Stati Uniti. E' indubbiamente una delle Agavi più resistenti al freddo e può sopportare temperature di -20° C (-4° F) senza subire danni. L' A. neomexicana, da adulta, non supera solitamente gli 80 cm (32 inch) di diametro. Le foglie sono color verde argento, con un aculeo terminale nero ed appuntito e sono disposte in maniera ordinata.

Agave neomexicana

Agave x nigra : ibrido probabilmente ottenuto dall'incrocio tra Agave victoriae-reginae e Agave asperrima (sinonimo Agave scabra). Le foglie sono a forma triangolare, dal portamento eretto (non ricadente), prive di dentellatura lungo i margini, ma con un lunga spina all'apice. La pianta ha una buona resistenza al freddo e può esser coltivata in molte zone d'Italia, anche quelle a microclima non particolarmente mite.

Agave nigra

Agave parryi : contiene al proprio interno più varietà, anche abbastanza diversificate, tuttavia la specie tipo si caratterizza per aver foglie grigio-azzurrognole con il margine (soprattutto in prossimità dell'estremità) di color violaceo. Le foglie più giovani tendono a rimanere unite, racchiudendo  l'apice vegetativo un po' come fosse un bocciolo di un fiore. L'habitat naturale dell'Agave parryi si estende dal Nord del Messico, sino al Sud degli Stati Uniti ed è perciò piuttosto rustica ed adattabile a climi diversi, compreso il freddo secco.

Agave parryi

Agave potatorum : nativa dei deserti messicani compresi tra le regioni di Oaxaca e Puebla. Vi è una notevole differenza varietale per quando riguarda lo sviluppo, tuttavia la specie si mantiene di piccole dimensioni, indicativamente tra 20 e 90 cm (8-35 inch) di diametro. Le foglie sono di color argento e si distinguono per le vistose (ed articolate) spine ricurve sulla superficie laterale delle foglie, al cui apice ve ne è una ancora più grossa.

Agave potatorum

Agave salmiana var. ferox : è una pianta di grosse dimensioni, nativa del Messico meridionale, ma naturalizzata in alcuni stati dell'Africa. Abbastanza simile all'A.americana, sia come dimensioni che come portamento, l'Agave salmiana si distingue per aver foglie rigide con una base ben più larga e di color verde scuro-grigiastro.
L'A. salmiana varietà ferox si differenzia dalla specie tipo per aver spine più lunghe ed appuntite e foglie ancora più ampie e turgide.
L'A. salmiana var. ferox  è, dopo l'A. americana, la specie più diffusa in Italia; grossi esemplari sono presenti in Liguria, ma anche in zone meno miti, come a Locarno, sulle sponde Svizzere del Lago Maggiore.

Agave salmiana var. ferox

Agave salmiana

Agave schottii : specie di piccole dimensioni, la cui origine geografica è l'Arizona, nel Sud degli Stati Uniti, dove cresce spontanea su pendii rocciosi, spesso esposti a Nord, o nelle aride praterie.
Le sottili foglie sono flessibili e si confondono con la vegetazione, potendo ricordare dei ciuffi d'erba. L'A. schottii ha un portamento che assomiglia più ad una Yucca che ad un'Agave.
La specie produce piccoli fiori gialli, disposti su un'infiorescenza lunga mediamente 1,5 m (5 ft), che emanano una dolce fragranza. Dai tessuti dell'A. schottii si possono estrarre le saponine, molecole che la pianta usa per difesa e che l'uomo ha imparato ad utilizzare per la produzione di saponi con cui lavare i vestiti. Resiste abbastanza bene al clima freddo.

Agave schottii

Agave sebastiana : originaria delle isole al largo della Bassa California (Isola di Benito, Guadalupe etc.). La specie è di medie dimensioni e si riconosce per il portamento elegante, in cui le foglie sono disposte ordinatamente a raggiera, con quelle più centrali che "racchiudono" l'apice vegetativo, dando l'impressione che sia un fiore di carciofo o una cipolla. Le foglie sono verdi-azzurre, un colore simile a quelle dell'A. attenuata.
L'A. sebastiana è una specie strettamente correlata all'Agave shawii e condivide con essa molti aspetti morfologici.

Agave sebastiana

Agave sisalana : pianta originaria della regione Chiapas, nel Sud del Messico. E' nota e coltivata prevalentemente per le sue foglie, dalle quali si ricava la "Sisal", una fibra tessile utilizzata come cordame, per fare tappeti o rafforzare utensili.
L'Agave sisalana assomiglia all'Agave lechuguilla, sebbene la striatura centrale sia più larga e le foglie siano più erette e concentrate nella parte centrale della pianta. L'A. sisalana può resistere senza grossi danni fino a temperature di circa -3° C (27° F).

Agave sisalana

Agave striata : Questa specie, nativa del Nord-Est del Messico, si discosta nettamente dalle "classiche" Agavi. La rosetta è infatti composta da centinaia (non decine) di foglie, molto lunghe e strette, che puntano in ogni direzione ed hanno la tendenza a piegarsi. Le sottili foglie dell'Agave striata sono lunghe circa 60 cm (24 inch), ma larghe appena 1 cm (0.4 inch). Esse sono di color verde-grigio e terminano con una spina marrone, dall'apice nero. In condizioni di freddo o di forte stress idrico le foglie possono assumere tonalità violacee. Questa pianta, in natura, tende a formare fitte colonie.

Agave striata

Agave stricta : Simile all'A. striata, rimane però più compatta, non supera i 50 cm (20 inch) ed è formata da un maggior numero di foglie, che anche qui, in seguito a stress, possono assumere tonalità tendenti al viola. Le foglie hanno una crescita eretta, assurgente e sono molto folte, dando alla pianta un aspetto di "Riccio". I fiori dell'Agave stricta hanno un atipico color rosso-porpora.

Agave stricta

Fiore Agave stricta

Agave titanota : pianta di medie dimensioni che presenta un limitato numero di foglie. Queste sono di color verde chiaro, dal margine bianco ed hanno spine laterali ricurve, con quella terminale molto appuntita. L'infiorescenza è molto densa, con fiori gialli e raggiunge i 3 metri (10 ft) di altezza.

Agave titanota

Agave titanota

Agave triangularis : specie di medio-piccole dimensioni, con foglie a forma di "pugnale" che terminano con un'aculeo molto appuntito. Cresce su terreni aridi e calcarei, sopportando temperature di un paio di gradi sotto zero. Secondo alcuni è una sottospecie : Agave horrida var. triangularis.

Agave triangularis

Agave victoriae-reginae : nota anche come Royal Agave (in onore della Regina Vittoria), è endemica delle Montagne della Sierra Madre, nella regione Cohauila, nel Messico settentrionale, dove cresce sugli aridi pendii, a volte addirittura sulle pareti dei dirupi.
L'Agave victoriae-reginae si riconoscere per il portamento estremamente compatto e per le striature bianche presenti sulle corte foglie, le quali hanno forme quasi geometriche.
La A. victoriae-reginae, date le piccole dimensioni, è usata anche coma pianta da appartamento, tuttavia resiste a temperature di circa -10° C (14° F) ed è perciò piantata come ornamentale anche in zone non propriamente miti.

Agave victoriae-reginae

Agave weberi : specie nativa del Tamaulipas, nel Messico settentrionale, ma naturalizzata anche in Texas. Cresce in terreni sabbiosi, insieme a piccoli arbusti. L'Agave weberi è di medie dimensioni, con un fogliame che, sia per colore che per forma/grandezza, assomiglia a quello dell'A. attenuata.
Le foglie sono lisce, non turgide e presentano un'unica spina terminale, mentre sono assenti nei margini. Il portamento della chioma è tondeggiante, con egual larghezza ed altezza, approssimativamente entrambe di 150 cm (5 ft). La specie ha discreta resistenza al freddo e potrebbe sopravvivere a picchi di -8° C (17 ° F).

Agave weberi

Spero che questa descrizione delle diverse specie di Agave possa fungere da database ed aiutarvi a creare una vostra collezione o a riconoscerle quando le incontrerete, magari durante un bel viaggio nella natura Messicana.